12 lug 2010

°Tributo alla Spagna°



... Paese che ha meritato di vincere questi mondiali, perchè è la squadra che rappresenta al meglio spirito di energia ed apertura, concetti che adesso dovrebbero essere le basi di ogni Stato libero e democratico...
liberi nel pensiero e liberi nel modo di vestire...








°Io che odio gli Orologi....°

Io che odio gli orologi, più passa il tempo più mi convinco che lui lo comprerei proprio... o perchè no, magari me lo farei anche regalare dato che il prezzo si aggira circa sui 3.350 euro.

Ma non esiste un solo dettaglio che lo rende banale: cassa e cinturino in ceramica antigraffio, vetro zaffiro antiriflesso e antigraffio,e quadrante in madreperla .
si trova nella versione unisex con lancette e numeri in colore nero o nella versione solo femminile con dettagli in brillanti...
E si l'orologio ti rende schiva del tempo .... è questo il motivo per il quale lo odio però con questa chicca al polso potrei anche guaradre il tempo che passa.....
Inoltre la nuova gamma di J12 gli orologi subacquei di Chanel è stata presentata su un sito dedicato solo a loro, che consiglio a tutti di andare a vedere e con un video davvero geniale che invece troverete qui sotto.

08 lug 2010

°InTErvIsTaNDo: LuDoViCo LoffRedA°

Anche se in ritardo, ma solo perchè si è preso una meritata vacanza, il vincitore Italiano  del Triumph inspiration award, Ludovico Loffreda(studente presso lo IED moda Lab di Milano)  a risposto ad alcune domande per renderci partecipi della sua gioia dopo  aver vinto un premio che ogni anno diviene sempre più importante.

1.Cosa ti ha spinto a partecipare al Triumph fashion Award?

La mia partecipazione al TIA è nata davvero per caso: stavo già partecipando ad un progetto del Cried con Mandarina Duck e Alessandra Di Palma incrociandomi mi disse: "Ti inserisco tra quelli del Triumph..così vai e vinci!!"PAZZESCO..!!Io ho accettato subito perchè avendo già sentito parlare di questo concorso nell'anno precedente, delle sue potenzialità, della visibilità che creava e soprattutto per il fatto che se fossi rientrato tra i primi cinque dello IED avrei visto sfilare per la prima volta una mia creazione..!!ero davvero orgoglioso di essere stato scelto tra i diversi alunni dello IED..!!


2.Da cosa hai tratto ispirazione per realizzare il tuo progetto?

Appena ci è stato consegnato il Briefing e il Concept: "Shape Sensation"..ho cercato di provare a trovare tra le tante forme una che riuscisse a plasmarle tutte: La Linea!!

"La linea come vettore grafico definisce una forma e la forma è il fattore che definisce l'identità delle cose.E' l'anima della creatività."
Ci rendiamo conto che spesso e volentieri la forza di un brand sta proprio in alcune forme "must" che lo identificano.Così sappiamo distinguere una "Kelly" di Hermes tra tante altre borse tanto quanto uno "Chanel n°5" tra tanti profumi.
Nel mio caso è una LINEA LIBERA E CONTINUA di creare qualsiasi forma dettata dalla creatività..partendo da una base semplice di intimo a due pezzi.


3.Cosa ti aspetti adesso che hai vinto questa prima fase del concorso??? credi ti abbia aiutato a credere maggiormente nelle tue potenzialità e in ciò che fai?

Sto vivendo ancora un sogno..indubbiamente il risultato di questo concorso mi ha dato la possibilità di dimostrare a me stesso e agli altri che sono in grado di fare ciò che amo e soprattutto ke ho voglia di fare..ma voglio stare con i piedi per terra e cercare di trovare ovunque "fonti" che mi facciano crescere sempre di più..spero che questo risultato mi aiuti nella ricerca e nella possibilità di essere scelto per qualche stage o darmi altre possibilità.

-4.Sei pronto per la sfilata di Londra che ti vedrà protagonista insieme agli altri vincitori? Quali sono i tuoi pronostici e i tuoi desideri in merito a questa?

Londra..?!Non vedo l'ora..!!rappresentare l'Italia (come mi ha detto una delle organizzatrici del TIA) mi rende troppo felice.Guardando i primi degli altri paesi ce ne sono alcuni che mi colpiscono particolarmente ma spero che il binomio di minimal creativo unito alla "FATTIBILITA" funzioni..!!Il mio intento era quello  di creare qualcosa che avesse un design creativo ma assolutamente realizzabile  in produzione.Per il resto incrociamo le dita..ahahahah!!



5.ti ho visto molto emozionato la sera della vittoria, dopo tanti sacrifici, a chi vorresti dedicare questo premio e perchè?


Molto..!!La dedico semplicemente ai miei genitori che fanno molti sacrifici affinchè io prosegua per la mia strada e a tutte le persone che hanno creduto in me e che credono in me, quindi ovviamente la dedico anke a te..!!

06 lug 2010

°This is PlaStic°

...E' come se fossero delle istantanee della vita di qualcun'altro, al centro della quale c'era sempre lo stesso uomo...Certo quell'uomo aveva un sogno, organizzare il più grande evento che si fosse mai visto, e farlo durare in eterno...Creò un mondo che divenne qualcosa di Reale, dove una reginetta di 80 anni poteva scatenarsi fino all'alba, dove le modelle si univano agli idraulici, gli idraulici ballavano come principesse, un posto dove non c'era spazio per le etichette, un posto dove non esistevano regole....

( dal film Studio 54)

E come da tutti i migliori sogni , prima o poi ci si risveglia...ed arriva la fine.
Così anche per il Plastic, Storico club nato nel 1980 e divenuto in breve tempo il club italiano più famoso al mondo.Un luogo dove tutti hanno almeno, per una volta, voluto avere il privilegio di sentirsi tra gli eletti del popolo della notte, e poter partecipare alle serate più irreverenti e trasgressive di Milano.
L'ultima sera è stata Sabato 3 Luglio 2010 e chissà se per non dimenticare oltre a Plastic N°1 N°2 e N°3 Nicola Guiducci, Sergio Tavelli, Rosangela Rossi non decidano di reallizare anche un'altra raccolta d'immagini che celebri al meglio questo indimenticabile locale...intanto Godetevi queste: