29 apr 2009

°Oggi iL CinEma...Lo IndOsSo!°



Lo abbiamo visto in pittura, scultura, lo abbiamo ascoltato in musica, ma ancora non lo avevamo indossato, o per lo meno non così....
Dal genio di due designer(Gianfranco Mottola e Ilaria Di Domenico) nasce Yuko & Biba, un racconto meraviglioso tra l'artigianalità e il Cinema.
Veri e proprio pezzi artistici, e unici soprattutto, in vari materiali, come il caucciù o ancora il plexiglass, ricoperti da pellicole di 35 mm, dove all'interno vi sono frame diversi, selezionati accuratamente e scelti con meticolosa precisione per una perfetta armonia cromatica.Tutto applicato a mano , su pelle (specie non protette) e rigorosamente con materiali del tutto italiani.
I nomi ovviamente sono Greta,Sofia, Gina, Virna...e così via!!!
Come ogni pezzo unico che si rispetti trovarli non è facile, ma d'altronde le cose belle sono quelle irraggiungibili!!!
www.yukobiba.com

27 apr 2009

°MiLaNo Tra DesIgN e PaRty°


Aprile dolce dormire...ovunque ma non a Milano dove non si dorme mai soprattutto in questo periodo dell'anno. Benvenuti nella settimana più innovativa, divertente, stancante, e frenetica dell'anno: Design's week.(21-27 aprile 2009).
Appuntamento nel polo fieristico di Rho (designer:Massimiliano Fuksas)per il Salone del mobile che prevede l'esposizione di installazioni e proposte interessanti di designer di fama internazionale;quest'anno tutto girava al Lamp&Light design in occasione del 25° Salone internazionale dell'illuminazione Euroluce,ma ovviamente non sono state meno interessanti tutte le altre proposte, che nella stragrande maggioranza dei casi miravano al risveglio sensoriale,alla creazione di spazi e oggetti facenti parte di un’oasi di relax fatta di contaminazioni segniche e concettuali, dove l’uomo metropolitano può mettere in stand by i frenetici ritmi cittadini per coccolare la propria anima e dedicarsi del tempo per ritrovare il piacere di emozionarsi.
Non potevano certo mancare le proposte deidesigner emergenti al salone satellite, dove piacevolmente ho notato, si sono esibiti molti più italiani rispetto agli anni passati e dove come sempre i giapponesi dimostrano la loro genialità.Anche qui, vediamo crescere l'interesse nei confronti della sensorialità dall'udito al gusto.
Ovviamente non viene tralasciato, in un momento di estrema sensibilità verso il rispetto dell'ambiente, il riciclaggio e l'utilizzo di materiali non inquinanti e rivolti al risparmio e al riutilizzo.
Alcuni dei nomi presenti al salone satellite sono:
Burg Giebichenstein(university of art and design, Halle(design of playing and learning)con splendidi giochi per bambini, realizzati in materiali naturali, come legno e carta-www.burg-halle.de-, Elisa Strozyk, con Wooden textiles, dove tessuti e legno si incontrano facendo dando vita a geometrie e movimenti sinuosi ed eleganti-www.elisastrozyk.de-, ItalianOriginale,tre ragazzi, che mostrano come un oggetto di utilizzo comune possa totalmente cambiare aspetto se visto in chiave più ironica e divertente-www.italianoriginale.it-e poi anche il gusto viene sfiorato , con due designer che realizzando oggetti diversi ci conducono in vortice di dolcezza infinita, Michi jung, con Music chocolat(seduta con casse per riprodurre musica all'interno)-www.michijung.com-e Adele Rotella con Sciocolà bench, panca che riproduce una barretta di cioccolato-www.adelerotella.com-
Ma come ogni anno le proposte migliori sitrovano girando il fuorisalone, con installazioni , party vernissage proposti in quasi tutta la città specialmente in zona Tortona, centro nevralgico degli oltre 400 eventi.
Tra le proposte vediamo MammaLampa di Ieva Kaleja-www.mammalampa.com-o le proposte innovative e divertenti di Tweelink-www.tweelink.nl-o ancora Quintessential di Charles&Marie-www.charlesandmarie.com-



25 apr 2009

°La PrinciPeSsa Del rosa SHoCkInG ToRna alla RiBalTa°

Bella addormentata dal 1954, sembra che la maison Elsa Schiaparelli tornerà ad essere protagonista del palcoscenico della moda, risvegliata dal principe azzurro Diego Della Valle, ben noto re della Tod’s, che ne ha riacquistato i diritti nel 2007. Direttore artistico della griffe dovrebbe diventare il creatore belga Olivier Theyskens, che ha di recente lasiato Nina Ricci.


Copertina dell'opera "Shocking! The Art and Fashion of Elsa Schiaparelli"

Nata negli anni 20, la maison
Elsa Schiaparelli inauguro’ la sua prima boutique a Parigi nel 1928, entrando a far parte da allora del mondo della haute couture. La stilista italo-egiziana, tanto stravagante quanto innovatrice, ha segnato un’epoca con le sue creazioni audaci, dai colori e dai materiali sempre particolari.

Colei che fu da molti considerata la rivale di
Coco Chanel si ritiro’ di scena nel 1954 e mori’ nel 1973 all’età di 83 anni, lasciando un patrimonio ed una fama a cui oggi Olivier Theyskens potrebbe senza dubbio ridare l’energia vitale necessaria ad una rinascita.


16 apr 2009

°PalerMo tra Le Ma-Donne°





a Palermo, dal 28 Marzo al 18 Aprile Presso l'Archivio Storico (Via Maqueda 157 - Pa) si è tenuta Ma-donne, mostra fotografica di Roberta Torre.

L’idea è quella di trasformare donne comuni in madonne. 'Ma-donna' prima ancora che a una visione sacra rimanda alla etimologia originale del termine: mia donna, un appellativo, fuori dall’accezione religiosa.
Madonna con il bambino che stende la biancheria intima sui fili spinati di una delle tante guerre, oppure può allattarlo in un Mc Donald's mentre nessuno la considera, una madonna surgelata per i tempi difficili, una madonna del sacro cuore che ha attraversato epoche future vedendo cose che voi umani non potreste immaginare, madonna casalinga che riceve la lieta novella da un televisore angelico, madonna turchina che sgrida il suo unicogenito dal naso lungo… Com’è oggi una Madonna? Così. E’ anche una donna che ha tutto quello che ogni donna si trova a conoscere: lacrime, rose, biancheria da lavare, bambini da crescere nella guerra o in un fast food, coltelli da scansare e cuori da usare come coltelli. Una Ma-donna fa questo e molto altro.



La mostra fotografica Ma-donne, 23 scatti (100x140), della regista Roberta Torre, nata dall’idea di trasformare donne comuni in moderne madonne, è stata curata da Sergio Toffetti. Realizzata da Nuvola film e Rosetta film grazie all'Assessorato ai beni culturali della Regione Siciliana, alla Sicilia Film Commission, al progetto Sensi Contemporanei, alla Direzione Generale per il Cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, al Ministero dello Sviluppo Economico,in collaborazione con Cinesicilia, Centro sperimentale di cinematografia, Archivio storico comunale, Città di Palermo, e Giornale di Sicilia,La mostra è allestita da Antonio Di Lorenzo e Renzo Milan.

01 apr 2009

°GEniAlità e VidEo°



io non dico niente....solo aprire gli occhi e guardare...quest'uomo mi sciocca

°BEyonCe :The Warrior°

Ormai abbiamo capito dopo Madonna, tutte le Popstar amano unire stile e musica, combinare i loro concerti con abiti di scena che possano attirae l'attenzione dei giornalisti e del fashion business...
Così abbiamo visto Britney ed i suoi "poco adatti"al suo fisico ma sicuramente molto scenici di Dsquared...il risultato sembrava un pò una brutta copia della Madonna degli anni 90.
infine ci ritroviamo il sorpendente Thierry Mugler che vuole stupire il pubblico con un immagine nuova per sexy Beyonce Knowels.
L'immagine vuole quasi essere quella di una seconda personalità, insomma, una guerrie sul palco e la donna di sempre al di fuori di questo...
Certo è vero che ci sono fisici come quello della signore Ciccone che sono semplici da vestire in quanto statuari ed allenati ...ce ne sono altri non semplici, come quello della signorina in questione...
Da ciò che i bozzetti illustrano il risultato dovrebbe sicuramente essere estremamente aggressivo , quindi l'idea di questa guerriera on stage la da sicuramente, ma non avevamo dubbi sull'ottimo lavoro di mugler....
in fondo è sempre stato più che un designer un vero è proprio aritsta, capace di trasformare in opere d'arte le donne....
altrettanto certo è che fisico statuario o no, la Knowles sa come muoversi sul palco, quindi,il risultato è più certo che per la Spears....
aspetteremo la prossima Popsta pronta a mettersi nelle mane di uno stilista che faccia di lei una nouva persona....